Altoparlanti portatili: migliori prodotti di Dicembre 2021, prezzi, recensioni

Se parliamo di musica, non possiamo ormai prescindere dalle famigerate casse bluetooth. Questi dispositivi sono di sicuro i più utilizzati da tutti gli utenti, perché versatili e, appunto, portatili. Essendo senza fili, le potrete usare in qualsiasi situazione, senza per forza avere la presa di corrente a portata di mano.

Parlando di casse bluetooth potreste trovare la denominazione “altoparlanti portatili”: si tratta della stessa cosa, ma come si fa a scegliere le migliori sul mercato? Quali caratteristiche fanno davvero la differenza? Come ci si può orientare tra i tanti prodotti offerti?

Affronteremo tutto ciò in questa guida, fornendovi tutta una serie di consigli che possano rivelarsi utili in sede d’acquisto.

Che cos’è un altoparlante portatile

Molti di voi forse lo sapranno già, ma vale sempre la pena fare un po’ di chiarezza sullo scopo e gli utilizzi di un altoparlante portatile. Intanto, come dicevamo sopra, non vi è alcuna differenza con una qualsiasi cassa bluetooth: le diciture possono essere equivalenti, qualora ve le troviate davanti entrambe.

Con altoparlante si intende quindi un dispositivo elettronico che permetta, attraverso delle casse, di diffondere una determinata musica (o un programma radiofonico) proveniente da un altro dispositivo a cui è collegato tramite, appunto, il bluetooth. Si capisce quindi che si sta parlando di dispositivi senza fili, wireless, e che sono sempre più performanti.

Gli utilizzi, essendo appunto privi di cavi, sono davvero sconfinati. Di base un altoparlante di questo tipo può essere portato sempre con sé, dal bar alla spiaggia, dall’ufficio fino alla casa di amici per una festa. Questo è l’utilizzo principale, ovvero la mobilità.

Caratteristiche e funzionalità

Definito bene il dispositivo che più ci interessa, ora passiamo ad analizzare le caratteristiche tecniche che fanno la differenza tra un modello e un altro. La domanda fondamentale infatti è questa: come distinguere un ottimo prodotto da uno più scadente? Non è facile, sicuramente, ma proverò a darvi qualche consiglio sulle cose da tenere in considerazione.

Essendo apparecchi portatili, le dimensioni e il peso sono un fattore molto importante. Raramente esistono modelli di altoparlanti portatili che pesano molto o sono ingombranti, ma non è altrettanto raro trovare modelli pensati per essere fissi in una stanza e non per essere trasportati. Prestate quindi molta attenzione a questi due parametri, soprattutto in base alle vostre esigenze.

Il secondo fattore che deve essere analizzato riguarda il suono e la qualità dello stesso. Perché va bene tutto, va bene che deve essere un apparecchio comodo e leggero, ma se la musica si sente male non vale mai la pena comprarlo. Ecco, diciamo che la qualità del suono dipende dalle frequenze, dalla possibilità di gestire l’equalizzatore, e così via. Date un’occhiata a questi punti e capirete bene come muovervi.

La portabilità e la versatilità non possono prescindere, inoltre, dall’autonomia. Sì, perché questi dispositivi si servono di una batteria, dato che non posseggono fili o cavi di alcun genere. È bene quindi che acquistiate un altoparlante che raggiunga le 10 ore di autonomia, perché solo così potrete davvero sfruttarlo al meglio delle sue possibilità.

Chiaramente c’è tutta un’altra serie di cose da tenere bene sott’occhio, tra cui la potenza delle casse stesse e, soprattutto, la potenza del bluetooth. Da quest’ultima dipende sostanzialmente la distanza che potete tenere dalla cassa: se è lo smartphone a fornire la musica e il bluetooth della cassa è di ultima generazione, allora lo smartphone stesso potrà distare dall’altoparlante anche 20 o 30 metri.

Ulteriori funzioni

Dato che abbiamo visto le caratteristiche più rilevanti che vi conviene sempre tenere sott’occhio, ora vorrei passare a descrivervi una funzione molto particolare che non tutti gli altoparlanti hanno e che riguarda spesso i modelli di ultimissima generazione: sto parlando dell’assistenza vocale.

Senza scomodare i prototipi più famosi, come Alexa e quant’altro, questa funzione è esattamente una specie di assistente che vi aiuterà in tutto quel che dovete fare. Questi speciali altoparlanti, spesso definiti “smart speaker”, sono conosciuti perché permettono all’utente di sfruttarli come agenda, come controllo remoto di altri dispositivi e non solo come cassa musicale.

In questo senso, però, il prezzo si alza di parecchio, soprattutto perché la tecnologia con cui sono progettati questi modelli è di altissimo livello (senza dimenticare che sono solo le migliori marche a produrli).

Prezzi

Veniamo ora al paragrafo che più vi interessa, forse: quello sui prezzi. Già, perché anche il costo ha la sua parte nella scelta di un prodotto di questo tipo. Partiamo col dire che non tutti gli altoparlanti portatili sono molto costosi. Dovete scegliere sempre prodotti a seconda delle vostre esigenze e necessità, perché magari avete la priorità di acquistare un modello leggero ma che pecchi nella qualità audio, o viceversa. Di sicuro c’è un altoparlante per ogni evenienza.

Diciamo che, in linea generale, non troverete mai una cassa a meno di 50 euro. Il massimo poi che potete spendere di solito supera i 200 euro, ma si parla dei modelli davvero più performanti e di qualità elevatissima.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
menu
Audio Video portatile