Guida completa ai dispositivi video portatili: articoli per utilità, dettagli, costi e marche

I dispositivi appartenenti alla categoria video portatile sono molti. Cercheremo di riassumerli in un elenco che non ha la pretesa di essere del tutto esaustivo, ma rende l’idea della varietà degli articoli che è possibile acquistare facendo riferimento a questa tipologia di prodotto.

Quali prodotti fanno parte della categoria dispositivi video portatili

Per avere un panorama degli articoli che rientrano nella tipologia dei dispositivi video portatili, potete consultare questo elenco:

  • Fotocamere
  • Videocamere
  • Microcamere spia
  • Videocamere subacquee
  • Stabilizzatori e supporti per videocamere
  • Fotocamere digitali
  • Action camera
  • Webcam e periferiche VoIP
  • Proiettori
  • Lettori dvd
  • Tv portatili
  • Tablet e pc

In questo contenuto abbiamo isolato quattro dei dispositivi video portatili che vi abbiamo elencato, per aiutarvi ad isolare le caratteristiche essenziali da valutare prima dell’acquisto. Li abbiamo scelti sulla base delle difficoltà che si potrebbero riscontrare nella individuazione complessiva dei tratti essenziali da considerare. Ci auguriamo che possano esservi d’aiuto!

Come scegliere fotocamera

Prima di acquistare una fotocamera digitale, è meglio considerare i seguenti parametri: megapixel, sensibilità ISO, lunghezza focale, apertura massima e prezzo. I megapixel rappresentano il numero di pixel catturati dalla fotocamera nella foto. I pixel più grandi possono raccogliere più informazioni rispetto ai pixel più piccoli.

L’accettazione dei pixel è regolabile e il livello di sensibilità è espresso in ISO. La sensibilità ISO ti consente di scattare foto senza rumore in condizioni di scarsa illuminazione. La lunghezza focale è la lunghezza dell’obiettivo in millimetri. Corrisponde alla distanza tra il centro ottico della lente e la superficie del sensore. L’apertura massima dell’apertura indica la velocità dell’obiettivo.

Più veloce è l’obiettivo, più luce può catturare. Sia le fotocamere reflex digitali che le fotocamere mirrorless consentono di acquisire immagini di alta qualità anche per persone inesperte. La differenza principale sta nella tecnologia. In una fotocamera reflex, grazie all’utilizzo di uno specchio e di un sistema a prisma, il fotografo che guarda attraverso il mirino può vedere attraverso l’obiettivo una visione accurata dell’immagine che verrà registrata al momento dello scatto.

Una fotocamera mirrorless consente di visualizzare l’obiettivo attraverso un monitor che visualizza l’immagine sullo schermo o nel mirino elettronico. Concludono il quadro delle caratteristiche da valutare le lenti e lo zoom. Queste preferenze sono legate al tipo di qualità che si vuole raggiungere.

Cosa attenzionare in una videocamera

Una delle prime cose da guardare in una videocamera sono i megapixel. Le immagini digitali sono costituite da centinaia di migliaia di minuscoli punti luminosi disposti su una griglia. Essi vengono definiti “pixel” e rappresentano l’unità più piccola dell’immagine. Maggiore è la suddivisione in numero di pixel più alta sarà la qualità complessiva dell’immagine. Trova solo la “vera risoluzione autentica”.

Talvolta, alcune videocamere in commercio offrono una risoluzione di interpolazione di che viene migliorata da un apposito software. Questa non ha nulla a che fare con la qualità della videocamera. Il chip CCD della maggior parte delle videocamere compatte sul mercato è compreso tra 0,42 e 0,84 cm. Più tale valore è ampio, più luce cattura durante l’acquisizione di un’immagine, rendendola più luminosa e colorata.

L’effetto di elaborazione del colore di un camcorder a 3 chip ed è sicuramente migliore di quello di un camcorder a chip singolo.
Altro aspetto importante è la resa ottimale dell’immagine in riproduzione, anche in condizioni di bassa luminosità. Poiché la maggior parte delle fotocamere portatili viene utilizzata in interni, è importante trovare una videocamera che funzioni bene in condizioni di scarsa illuminazione.

Esistono due tipi di zoom per fotocamere digitali: zoom ottico e zoom digitale. Sarebbe meglio preferire lo zoom ottico perché mantiene l’immagine chiara. Uno dei motivi principali delle scarse prestazioni delle immagini ad eccezione della scarsa illuminazione è lo sfarfallio dell’inquadratura, detto anche tremolio. Per evitare questo effetto distorsivo assicurati che il dispositivo che hai scelto sia dotato di stabilizzatore per immagini.

Ultimo aspetto cruciale sono le uscite presenti. Esse ti consentono di collegare la tua videocamera ad altri prodotti. Le porte di ingresso più utili sono: HDMI, S-Video, e Firewire.

Cosa guardare in un proiettore

Tecnologia. La tecnologia DLP (Digital light processing) e la tecnologia LCD (Liquid crystal display) sono le due aree che si contendono la qualità video del proiettore. Entrambi garantiscono immagini di alta qualità e un’accurata riproduzione dei colori, ma, come spesso accade, hanno vantaggi peculiari e specifici che competono tra loro. In termini di intensità della luce e saturazione del colore, la tecnologia LCD è generalmente preferibile, mentre DLP è più efficace per il contrasto del colore e le differenze di luminosità tra bianco e nero.

Risoluzione. È possibile scegliere tra la classica risoluzione SVGA di 800×600 pixel disponibile nei proiettori della generazione precedente. Esistono però altre interessanti soluzioni:
HD Ready da 1280×720 pixel
Full HD 1920×1080
4K 4096×2160 pixel
Ognuna di esse apprezzabile per la qualità dell’immagine restituita. La versione 4K 4096×2160 pixel rappresenta la formula più evoluta in commercio e ha una resa particolare in aggiunta al Blu-Ray.

La luminosità. Altro fattore essenziale per un proiettore è la condizione di luce con la quale si troverà a convivere per la maggior parte delle proiezioni. Se si hanno condizioni di scarsa luminosità e si desidera proiettare soprattutto al buio è meglio optare per un dispositivo che abbia almeno 2500 ANSI Lumen, l’unità di misura prevista per i dispositivi che erogano luce. Chi non vuole spendere molto e desidera trasmettere ugualmente ad una buona risoluzione, possono andar bene anche proiettori che hanno dai 1000 ai 1500 Lumen.

Altre caratteristiche consigliate in breve: la presenza di uno Scaler che sappia processare adeguatamente l’immagine. Verificate la sua presenza e il suo corretto funzionamento. Con riferimento al rapporto di contrasto, attenetevi alla regola che più alto è meglio è. La correzione trapezoidale se è presente vi consentirà di installare il vostro proiettore a terra o sulle pareti indifferentemente. La Rumorosità deve avere un valore almeno inferiore ai 30 dB per restituire una resa visiva accettabile, senza fastidiosi ronzii. La durata della lampada non dovrebbe scendere al di sotto della media delle 10.000 ore.

Action camera

Le action cam o le telecamere sportive non sono altro che telecamere miniaturizzate con funzioni ottiche semplificate, adatte per registrare video durante attività sportive o altre occasioni che richiedono resistenza e versatilità dell’attrezzatura: hanno quindi una custodia robusta in grado di resistere agli urti e alle intemperie. Queste fotocamere molto leggere e versatili sono impermeabili, resistenti alle basse temperature e agli urti.

A differenza delle fotocamere standard o tascabili, la action camera può essere fissata su diversi supporti, consentendo di riprendere e filmare azioni senza usare le mani. Piccole e maneggevoli possono essere usate in moltissime circostanze. Le formule più evolute consentono di registrare soltanto a seguito della rilevazione automatica del movimento, preservando la durata del ciclo completo di carica.

Cosa considerare prima dell’acquisto di una action cam

Supporti disponibili: Può includere staffe disponibili per fotocamere sportive o opzionali, poiché influenzeranno il prezzo finale della fotocamera.
Risoluzione. Anche se il requisito minimo per poter scattare foto soddisfacenti è la risoluzione ad alta definizione (1280 × 720 pixel), esistono fotocamere sportive con risoluzioni differenti. Tuttavia, ora sempre più attenzione è rivolta a Full HD (1920 × 1080 pixel) e 4K (3840 × 2160 pixel) per ottenere materiale di alta qualità.
Flame rate: dev’essere almeno da 24 Fps. Chi desidera lo Slow Motion deve optare per 100 e più Fps.
Obiettivo: almeno 180° di grandangolo.
Impermeabilità: dev’essere presente se si desidera un dispositivo utile anche all’aperto.

Marchi consigliati: Logitech, Huawei, Apple, Samsung, Sandisk, Asus, Corsair, Hp, Tp-link.

Copywriter, autrice e redattrice web, sono appassionata di informatica e cucina. Da Marzo 2017, sono rappresentante per la Regione Sicilia del BEN ITALIA e, oltre ad occuparmi di Bitcoin, amo mangiare e testare piccoli e grandi elettrodomestici. Romantica, avanguardista e sognatrice, sono alle prese con il mio primo romanzo.

Back to top
menu
Audio Video portatile