Lettore mp3 portatili con schermo touch: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Da qualche anno sembra quasi che la musica riescano a riprodurla sono smartphone e tablet, con l’aggiunta di qualche pc portatile. Va ricordato, però, che la musica può essere riprodotta in tanti altri modi e da altrettanti dispositivi. Chi fa la differenza? Di cosa stiamo parlando? È qui che entrano in gioco i lettori mp3.

Lettori di questo tipo sono ancora in voga, a dispetto di tutte le prospettive. Sono tanti gli utenti che optano per il loro utilizzo, al contrario di altri dispositivi sul mercato. Ma perché? Quali sono i vantaggi di un mp3? Come mai c’è ancora tanta gente che preferisce la musica portatile a quella ormai digitale?

In questa guida risponderemo a tutte queste domande, ma ci concentreremo soprattutto (e a maggior ragione) su una peculiarità molto accattivante: lo schermo touch screen.

Lettore mp3: una scelta molto vantaggiosa

Il mondo della musica sembrava (e sembra) totalmente in mano alla tecnologia digitale. Come dicevo nell’introduzione, ormai è tutto gestito da app e smartphone, che consentono di riprodurre musica di qualsiasi tipo e su qualsiasi dispositivo. Detto ciò, a che serve quindi una guida sui lettori mp3? Acquistarne uno che senso ha? Anche se sembrano prodotti antiquati, vedremo che non lo sono affatto.

I punti a favore dei lettori mp3 in realtà sono moltissimi, ma andiamo per gradi. Partiamo chiaramente dal prezzo. Se uno smartphone o un tablet possono arrivare a costare diverse centinaia di euro (e più sono di qualità, e più costano), un lettore mp3 invece è decisamente molto economico. Senza dover sparare cifre casuali, posso assicurarvi che con qualche decina di euro ve lo porterete a casa.

Un secondo punto a favore riguarda la resistenza del prodotto stesso. I materiali di costruzione e il costo molto basso gli permettono di non essere per forza un dispositivo delicato. Quindi resisterà all’acqua e alle cadute accidentali (purché non esageriate).

Infine va certamente ricordato che, rispetto a un normale smartphone o un tablet, il lettore mp3 è un dispositivo esclusivamente dedicato alla riproduzione musicale. Questo significa che non rischierete di intasare altri apparecchi che magari vi servono ad altro: ne avrete uno specifico solo per salvare e riprodurre la vostra musica preferita. Cosa volete di più?

Lo schermo touch screen

Prima di andare a toccare un altro tema importante come quello dei formati dei file e della memoria disponibile, vorrei analizzare quello che più ci interessa: lo schermo touch screen. Abbiamo iniziato questa guida dicendo che i lettori mp3 sono dispositivi per la riproduzione musicale. Allora a cosa può servire lo schermo? E perché dovrebbe per forza essere touch screen? Che vantaggi porta?

C’è da dire che lo schermo, in generale, non è solo abbellimento. Ha delle funzioni e degli scopi specifici. Non può essere considerato superfluo, anzi. Ecco perché le aziende si stanno evolvendo in questo senso. Per fare concorrenza proprio agli smartphone, ai tablet e anche ai lettori mp4, che con lo schermo ci campano, hanno progettato lettori mp3 con schermo touch screen.

I suoi vantaggi sono molteplici: innanzitutto una maggiore capacità di manovra e una facilità nell’utilizzo del dispositivo. Anche l’occhio vuole la sua parte, e il touch screen è decisamente più estetico e bello dei più classici tasti: il design conta. Il touch è anche più confortevole sotto tanti punti di vista.

Cosa potete fare con lo schermo? A che serve, quindi? Beh, innanzitutto potrete gestire le impostazioni del dispositivo, mandare avanti o indietro una traccia, stopparla, premere play e tutto il resto. In più, è ovvio, potrete modificare le caratteristiche audio, come l’equalizzazione, gli alti, i bassi, ecc.

Estensioni, memoria e caratteristiche tecniche

Spero che finora la guida vi sia servita per capire l’importanza di un lettore mp3. Il suo acquisto può davvero cambiarvi la vita: potrete portarlo con voi ovunque, mentre viaggiate o mentre fate jogging. È arrivato il momento, però, di parlare di cose un po’ più tecniche, come la memoria e le estensioni dei file che supporta.

Partiamo dalla memoria. Come ogni dispositivo elettronico, anche i lettori mp3 sono forniti di una memoria integrata. E se questa però finisce? Se si riempie? Niente paura, perché potrete tranquillamente ovviare con una scheda di memoria esterna. Lo spazio in questo caso varia, e pure di tanto: si parte da un minimo di 4 Gb fino ad arrivare anche a 128 Gb. Dipende dalle vostre esigenze, ma è sempre bene acquistare memorie espandibili.

Sulla memoria influiscono le estensioni dei file che volete salvare. I file, infatti, non sono tutti uguali. Alcuni pesano di più e altri pesano di meno. Dov’è la discriminante? Nella qualità del file. Più un file è di alto livello qualitativo e più pesa. Il numero delle canzoni influisce solo fino a un certo punto. In realtà la cosa davvero fondamentale riguarda proprio il formato.

Un file che pesa poco è un vantaggio, ma il minor peso va a discapito della qualità della musica che poi ascolterete. Un file che pesa tanto, invece, vi dà la possibilità di ascoltare un alto livello musicale.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
menu
Audio Video portatile