Lettori dvd portatili 10 pollici: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Molti potrebbero pensare che il periodo d’oro dei DVD e dei lettori DVD sia finito da un pezzo, ma non è così. Certo, il loro clou lo hanno toccato ad inizio secolo e con l’avvento di tutt’altra tecnologia, come i computer portatili e soprattutto gli smartphone, hanno iniziato a soffrire parecchio ma non hanno mai mollato.

Le grandi aziende si sono quindi concentrate prettamente sulle capacità e le specifiche tecniche di questi apparecchi, cercando di migliorarle a tal punto da raggiungere la qualità di smartphone e tablet. Ma non tutti i lettori DVD portatili sono uguali: ad ogni esigenza corrispondono delle caratteristiche, soprattutto riguardo il display.

In questa guida approfondiremo non solo l’intera categoria di questi apparecchi portatili, ma ci concentreremo in maniera più forte su quelli che hanno lo schermo da 10 pollici: a cosa servono? È la misura giusta per ogni esigenza?

Non tutti gli schermi sono uguali

Prima di addentrarci nell’argomento principale e cercare di capire per cosa può essere utile avere uno schermo da 10 pollici, occorre partire da un presupposto banale quanto importante: non tutti gli schermi e i display sono uguali.

Il primo punto, infatti, riguarda le necessità. I lettori DVD portatili sono dispositivi pensati appositamente per essere portati con sé in viaggio e in mobilità, ma non solo. Le due categorie principali di lettori DVD portatili, infatti, sono il modello laptop e il modello per automobile.

Se il primo ha la classica apertura a portafoglio tipica di un computer portatile (da qui il nome laptop), il secondo è solo un monitor che va inserito dietro il poggiatesta. Da qui possiamo trovare la seconda differenza principale, che riguarda le dimensioni stesse.

In generale, poi andremo nel particolare, un lettore DVD portatile può avere display di varie misure a seconda delle necessità: si parte solitamente dai 7 pollici, ma in alcuni modelli (quelli più qualitativamente di livello e performanti per quel che riguarda la risoluzione) si arriva anche oltre i 14 pollici. In altre parole, questi assomigliano realmente a dei computer portatili.

Concentriamoci ora sui modelli che hanno un display che è grande 10 pollici: a cosa serve e quali sono le sue caratteristiche?

Display da 10 pollici: utilizzi e funzioni

Arriviamo al dunque: lo schermo da 10 pollici. Innanzitutto va detto che il formato più usato e sicuramente quello più gettonato è di certo il 9 pollici: questo tipo di display è infatti adatto alle situazioni più ampie e può fungere sia da laptop che da monitor per automobili.

Quindi perché scegliere un 10 pollici, invece? La risposta è semplice: lo scarto tra questo display e quello da 9 pollici, in termini di qualità e grandezza, va a favore del 10 pollici quasi sempre. Questo infatti può essere utilizzato sia come lettore DVD portatile classico, con formato a portafoglio, che come monitor per il poggiatesta. Non è né troppo grande e né troppo piccolo: la sua grandezza è perfetta, in sostanza.

Certo, la cosa migliore da fare sarebbe sempre quella di controllare e misurare anche la grandezza dei poggiatesta della vostra auto. Va sempre ricordato che un 10 pollici, che ha a che fare con la diagonale dello schermo, equivale a 25 centimetri circa. Prima di fare qualsiasi acquisto è bene che vi rendiate conto se uno schermo da 10 pollici sia ben aderente o no al sedile dell’auto.

In generale, comunque, si è capito che un lettore DVD portatile di queste dimensioni è molto versatile e comodo in ogni situazione o necessità.

Altre caratteristiche: come scegliere il miglior prodotto?

Per un lettore DVD portatile, come per ogni altro prodotto elettronico, lo schermo non è l’unico parametro che conta qualcosa durante i vostri ragionamenti sull’acquisto. Ci sono tante altre cose da tenere in considerazione che sono altrettanto importanti.

Innanzitutto mi verrebbe da citare il budget che avete a disposizione. Sebbene questi dispositivi non costino moltissimo, sono comunque abbastanza costosi da farvi ripensare a tutto: a seconda del budget avrete un modello basilare e mediocre, un modello di media fascia e un modello top di gamma. Sappiate che, comunque, andrete a spendere minimo 50 euro e massimo 200 euro circa. L’oscillazione di prezzo è pressoché questa.

Poi vanno tenuti in considerazione tutti i fattori più tecnici e specifici come la risoluzione, le compatibilità con i formati video e audio, gli accessori, la connettività (se Wi-Fi, Bluetooth o infrarossi), i materiali di costruzione, la quantità e la qualità delle porte che possiede (HDMI, USB, ecc.) e molto altro ancora.

Una menzione speciale la meritano l’autonomia e la batteria. Queste due cose sono decisive nella scelta di un lettore portatile perché, come forse si intuisce, dispositivi di questo tipo non hanno fili e cavi vari da collegare a prese di corrente, ma vanno tutti a batteria. È bene quindi controllare sempre che tipo di autonomia garantisce il prodotto che avete adocchiato: questi apparecchi di solito stanno sulle 5 o 7 ore di autonomia ed è consigliato non scendere mai e poi mai sotto questo limite.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
menu
Audio Video portatile